Beta!
Passa al contenuto principale

Titolo: Notiziario

Autore: non firmato (Lorenzo Gigli)

Data: 1939-10-19

Identificatore: 1939_242

Testo: Notiziario
* Nel giorni in cui la Sicilia, nel ciclo delle celebrazioni de’ suoi grandi, onorava il nome e l’opera di Giovanni Verga, l’editore Mondadori iniziava con la ristampa del romanzo I Malavoglia, primo della serie dei Vinti, l’edizione delle opere complete del catanese. Ben venga. L’Italia d’oggi deve questo omaggio allo scrittore la cui arte è penetrata più a fondo, con lavorìo segreto e sottile, di altre più clamorose e invadenti. D’altra parte la critica, nei confronti del Verga, ha sempre funzionato a dovere e non si è mai stancata di additarne la posizione e di studiarne l’influenza. Ci richiameremo tra l’altro a quei fascicoli di Studi Verghiani che uscivano qualche anno fa a cura di Lina Perroni e la cui pubblicazione vorremmo fosse ripresa, parallelamente alla nuova edizione mondadoriana.
* Nella collana di monografie dei più significativi artisti moderni che Giovanni Scheiwiller cura e dirige per l’editore Hoepli e che ha acquistato ormai risonanza europea, è uscito un « numero » dedicato al pittore Giorgio Morandi: trentaquattro riproduzioni di opere morandiane, precedute da una bella e cordiale interpretazione del Morandi dovuta al poeta e critico Arnaldo Beccaria.
* Varsavia aveva un premio letterario intitolato al nome della città. L’ultimo, avanti che la Polonia scomparisse dalla carta d’Europa, fu vinto da Maria Kuncewiczowa, autrice d’una serie di romanzi in cui sono trattati i temi dell’amore verginale e della lotta tra la vanità femminile e l’istinto materno. Il romanzo che valse alla scrittrice il premio Città di Varsavia fu scritto nel 1936 e si intitola Cudzoziemka: Renato Poggioli lo ha tradotto in italiano e Mondadori lo pubblica nella « Medusa » col titolo La straniera, storia di una specie di superuomo in gonnella e di una esistenza fallita a forza di ambizioni e di desideri.
* Esce il quarto volume dell’Epistolario di Giosuè Carducci (Zanichelli) che comprende un gruppo di lettere del triennio 1864-65-66: esso segna l’inizio della maturità spirituale e intellettuale del poeta e le lettere corrispondenti sono di alto interesse biografico ed artistico poiché vi si trovano dei riflessi curiosi e poco noti di alcune amicizie letterarie e l'eco delle polemiche suscitate dall’inno a Satana.
* La ripresa editoriale d’autunno si presenta ricca di opere importanti: segnaliamo anzitutto il nuovo libro di Papini, Italia mia, che è sotto i torchi di Vallecchi: si tratta d’una visione compendiaria, ma totale, del genio e della vita del popolo italiano. Intanto Vallecchi ha messo fuori in questi giorni: Salti nel tempo, prose di Ardengo Soffici; Il sole di Rimini, romanzo di Michele Campana; I Camminanti, prose narrative di Eugenio Barisoni; e La pietra lunare, scene della vita di provincia di Tommaso Landolfi. — Il gruppo di novità di Mondadori raccoglie alcune firme di primo piano: ecco F.T. Marinetti con un’opera intitolata Patriottismo insetticida, che l’autore definisce « romanzo d’avventure legislative »; poi Sem Benelli col volume autobiografico La mia leggenda, che era annunciato da una ventina d’anni; e Ada Negri che ritorna all’arte dopo tre anni di silenzio con le prose di Erba sul Sagrato; e Francesco Chiesa con le nitide memorie e impressioni delle sue Passeggiate. Ancora da Mondadori: Evasione in Mongolia, viaggi di Luigi Barzini Junior; e Presento il mio Ticino, di Giuseppe Zoppi, titolare della cattedra di letteratura italiana nel Politecnico di Zurigo. — Garzanti, successore di Treves, presenta pure un nutrito gruppo di novità: Storia delle Ferrovie italiane di Filippo Taiani; Storie e leggende dell'Appennino e del Po, di Aldo Ceriini; Vivere pericolosamente di Mario Bassi (è la biografia del giornalista Sandro Sandri morto in Cina); Passeggiate Lariane, prose di Carlo Linati; Mi ricordo, ho visto, memorie di vita romana di donna Maria De Luca Theodoli; Rododendri a vent'anni, idillio alpino di Renato Venesia; Le quattro sorelle, racconti di Corrado Corradi; Ed ora andiamo, romanzo di Mario Muccini. Lo stesso editore Garzanti annuncia la prossima pubblicazione del Diario e delle Lettere di Enrico Thovez in cui sarà rivelato in modo inatteso il segreto della tormentata vita del critico e poeta torinese, un dramma d’amore che fa pensare a Werther, all’Ortis e ad Amiel. — Escono presso l’editore Ceschina: Rahatea, romanzo di Guido Milanesi; Capitan Tramontana, romanzo di Alessandro Varaldo; Lalla, romanzo di Lucilla Antonelli; Maria di Modena regina d'Inghilterra della duchessa Vittoria Capece Galeota Zuccoli; L’anfiteatro romano di Milano di Aristide Calderini. — L’editore Guanda pubblica una scelta di versioni poetiche da Stefan George, la cui importanza nell’ultimo periodo della poesia tedesca è stata illustrata dai maggiori critici europei; e annuncia prossime la prima versione italiana delle Dissertazioni di Epitteto e la prima del famoso saggio La religione nei limiti della ragione di Kant.

File: PDF, TESTO

Collezione: Diorama 19.10.39

Etichette:

Citazione: non firmato (Lorenzo Gigli), “Notiziario,” Diorama Letterario, ultimo accesso il 22 febbraio 2024, https://www.dioramagdp.unito.it/items/show/2659.