Beta!
Passa al contenuto principale

Titolo: Punta del Mesco

Autore: Eugenio Montale

Data: 1933-11-29

Identificatore: 1933_514

Testo: Punta del Mesco
Nel cielo della cava rigato all’alba dal volo dritto delle pernici il fumo delle mine s'inteneriva, saliva lento le pendici a piombo.
Dal rostro del palabotto si capovolsero le ondine trombettiere silenziose e affondarono rapide tra le spume che il tuo passo sfiorava.
Vedo il sentiero che percorsi un giorno come un cane inquieto; lambe il fiotto, s’inerpica tra i massi e rado strame a tratti lo scancella. E tutto è uguale.
Nella ghiaia bagnata s’arrovella un’eco degli scrosci. Umido brilla il sole sulle membra affaticate dei curvi spaccapietre che martellano.
Polene che risalgono e mi portano qualche cosa di te. Un tràpano incide il cuore sulla roccia, — schianta attorno più forte un rombo. Brancolo nel fumo, ma rivedo: ritornano i tuoi rari gesti e il viso che aggiorna al davanzale, mi torna la tua infanzia dilaniata dagli spari!
Eugenio Montale.

File: PDF, TESTO

Collezione: Diorama 29.11.33

Etichette: ,

Citazione: Eugenio Montale, “Punta del Mesco,” Diorama Letterario, ultimo accesso il 07 dicembre 2022, https://www.dioramagdp.unito.it/items/show/1324.