Beta!
Passa al contenuto principale

Titolo: Mare

Autore: Diego Valeri

Data: 1936-08-04

Identificatore: 1936_74

Testo: MARE
L'alba è sul mare, la stella è assorta tra nuvole chiare.
Come un nemico alla porta, il cuore picchia alle ossa del petto: questo cuore vivo, perfetto, ebbro di felicità amare, compiuto d’illusione disperata, sente che l'alba s’è alzata sul mare.
* * *
Mare, mi basta il tuo canto fondo, la tua immensa voce fanciulla, che pare nata adesso dal nulla, nel fresco mattino del mondo.
Non ti vedo: vedo il bell’oro opaco della sabbia distesa, e una fascia di cielo accesa sopra l'orizzonte sonoro.
Ma tu sei là; respiro il tuo fiato ch’à il sapore di tutta la vita.
E forse in quest'attimo è uscita Venere santa dal tuo flutto salato.
* * *
Tutto il cielo cammina come un fiume, grandi blocchi traendo di fiamma e d’ombra. Tutto il mare rompe, onda dietro onda, splendido, alle fuggenti dune.
L’albero, chiuso nel puro contorno, oscuro come uno che sta su la soglia, muto guarda, senza battere foglia, gli spazi agitati dal trapasso del giorno.
Diego Valeri.

File: PDF, TESTO

Collezione: Diorama 04.08.36

Etichette: ,

Citazione: Diego Valeri, “Mare,” Diorama Letterario, ultimo accesso il 24 luglio 2024, https://www.dioramagdp.unito.it/items/show/2290.